GREEN HYBRID CUP: Al Nurburgring Secondo posto per Lombardelli

Podio

La terza tappa del campionato monomarca organizzato da BRC che vede protagoniste le Kia VengaGPL con alimentazione ibrida, si dimostra nuovamente avvincente e ricca di colpi di scena.Nelle prove ufficiali di venerdì è Jimmy Ghione protagonista con l’inviato di Striscia la Notizia chesegna il miglior tempo e conquista la pole position.

Alle sue spalle il giovane Lorenzo Veglia e in Seconda fila Marco Brioschi e Jacopo Lombardelli.Al via di gara 1 Jimmy Ghione e Marco Brioschi rimangono attardati Ne approfitta Lorenzo Vegliache assume il comando della gara davanti a Lombardelli, Gnemmi e Brena.Prima della conclusione del primo giro la gara perde subito Merzario e Gulizia che entrano incontatto con Ghione e Brioschi che per evitarli si urtano.Le loro vetture subiscono gravi danni e sono costretti al ritiro, così come Arturo Merzario.

Alessandra Brena insidia la terza piazza di Paolo Gnemmi e al quarto giro piazza la zampatavincente portandosi in terza posizione.

Gara 1 assume quindi la sua fisionomia. Veglia, Lombardelli e Brena, nell’ordine, tengonosaldamente le prime tre posizioni ed allungano progressivamente davanti a Gnemmi, Portatadinoe Fontanella.Mentre la Brena prova senza riuscirci ad attaccare un ottimo Lombardelli, Portatadino passa PaoloGnemmi portandosi in quarta posizioneVeglia primo, Lombardelli secondo e Alessandra Brena terza per il podio del circuito tedesco delNurburgring.

Dopo l’appuntamento in Germania il prossimo appuntamento con il Green Hybrid Cupnuovamente il Italia il 13 e 14 Luglio sul tecnico e veloce Mugello Circuit.Classifica Gara 11 Lorenzo Veglia giri 12 in 23:15.0162 Jacopo Lombardelli a 3.9613 Alessandra Brena a 04.4814 Andrea Portatadino a 12.0075 Paolo Gnemmi a 12.7626 Ferruccio Fontanella a 13.1577 Alberto Carobbio a 15.3908 Paolo Palanti a 29.9979 Giuseppe Gulizia a 40.48210 Mario Beltrami a 40.90011 Luca Danese a 41.19512 Fulvio Maria Ballabio a 54.53713 Arturo Merzario a 10 giriRit./N.P.: Jimmy Ghione, Marco Brioschi