Reportage Evento 50° Autodelta sotto le stelle

378635_2737492869672_1027869580_2958361_297182764_n

Sabato 29 giugno 2012, tra il comune diFeletto Umberto e quello di San Daniele del Friuli, Alfa Romeo è  ritornataPROTAGONISTA assoluta, con un altro evento, un altro raduno monomarca automobilistico dedicato all'Anonima e degno del rango che le spetta.

Stile Alfa Romeo ha voluto, in qualità di club affiliato RIAR, e conscio della somma importanza che il nome AutoDelta ha sempre ricoperto in seno al Marchio, onorare quanto piu' ufficialmente possibile e con i dovuti, e sentiti, crismi tale istituzione che ancora oggi affonda con i mirabolanti ricordi delle imprese compiute, nei cuori di milioni di Appassionati.

Un pomeriggio-serata, come da sempre tradizione del nostro evento estivo, il "sotto le stelle", da condividere sotto il solo, unico segno e bandiera dell'Anonima: una serata per rendere il giusto tributo ad un Marchio che ha sempre dominato nella Regione nei decenni passati proprio anche per la presenza dell'attigua ben nota"AutoDelta" ubicata aFeletto Umberto, che subito riporta alla mente vittorie e successi sportivi conquistati sulle piste di tutto il mondo: PRIMA nacque qui, POI venne trasferita a SETTIMO MILANESE. Le radici della Storia affondano qui, nel territorio del Friuli Venezia Giulia, nei capannoni che portarono allo sviluppo e concezione di modelli di Automobili che vinsero in ogni parte del mondo.

AutoDelta è un patrimonio di tutti gli Alfisti, non relegato alla mercè di pochi appassionati che ne vogliono detenere pretenziosi diritti di "immagine": peraltro spesso sanciti che da personali interpretazioni.



L'evento, come prevede lo statuto del nostro club, è stato aperto a TUTTE LE ALFA ROMEO di ogni età, epoca e tempo, senza pregiudizio tecnico, ideologico o storico alcuno: perchè noi di Stile Alfa Romeo, amiamo la storia di tutti i 103 anni di questo nostro glorioso Marchio e non discrimineremo nessun esemplare o modello. Anzi, abbiamo sempre dato, diamo e daremo la possibilità a chi vuol conoscerne di piu' sul passato glorioso di Alfa Romeo, di unirsi a noi e coltivare la Passione che lo potrebbe portare anche ad acquistare un mezzo d'interesse storico o d'epoca partendo dal moderno che già si ama.



50° Autodelta sotto le stelle: un evento molto importante, molto sentito, ricco di personalità di spicco che hanno suggellato durante la cena, e non solo, la sua importanza in maniera indiscutibile come il PATROCINIO Ufficiale da parte di Alfa Romeo Automobilismo Storico, rappresentato dal Dr. Marco Fazio - del Centro Documentazione di Arese - attore in prima linea nel divulgare e commemorare episodi dell'attività AutoDelta con l'aiuto di filmati esclusivi gentilmente forniti per questa manifestazione.



La presenza del Sig. Sindaco di Tavagnacco, a cui fa capo Feletto Umberto, nel portare i suoi saluti e a complimentarsi per la realizzazione dell'evento stesso - atto suggellato con la concessione del PATROCINIO UFFICIALE alla manifestazione: troppi e vari eventi locali, si sono susseguiti e rincorsi in questo ultimo mese di giugno (organizzati da varie associazioni) nel dedicarsi all'AutoDelta, contribuendo in qualche modo ad inflazionare con temi troppo simili un argomento cosi' importante, gestendone il patrimonio culturale in maniera discutibile e non a vantaggio degli appassionati locali.  
Noi di Stile Alfa Romeo siamo fieri ed orgogliosi invece proprio per questi due importantissimi patrocini ufficiali ai quali si aggiunge quello del RIAR: fieri e consci nell'aver assicurato ai partecipanti, che hanno aderito all'evento, sicuramente un ambiente raffinato e consono nel pieno rispetto dei valori dei Marchi sia AutoDelta che Alfa Romeo e non un raduno qualsiasi.




Ma non ci bastava tutto questo ed abbiamo trovato grande disponibilità nell'ex pilota AutodeltaAndrea de Adamich, come leggeremo piu' tardi, con una chicca da lui dedicata a tutti i partecipanti presenti.
Il tutto di cui sopra ha trovato anche nell'oggettivo riscontro dell'interesse da parte dell'emittente televisiva locale "TELEFRIULI" che per ben tre serate, durante il telegiornale della fascia oraria delle 19.30, cioè quella di venerdi 28 giugno, di lunedi 1 e martedi 2 luglio ha dedicato piu' di un minuto alla messa in onda sia delle foto che della presentazione, e resoconto poi, dell'evento stesso. Un oggettivo termine di riscontro dovuto alla sensibilità di varie personalità che hanno debitamente tenuto conto, dell'importanza dall'evento da noi organizzato.



Vediamo, con calma - gustandoci le singole fasi - com'e' andata in quel di Feletto Umberto lo scorso 29 giugno? :-)

FASE DI RITROVO E DI ACCREDITO

La tradizionale fase di accredito è avvenuta presso la concessionaria Alfa Romeo Ferri Auto a Feletto Umberto: moderna struttura attigua e vicinissima agli ex capannoni dove sorgeva la sede dell'Autodelta stessa. E' da precisare, a scanso di qualsiasi equivoco che, se da un lato tale scelta era sin inizialmente quella considerata per i nostri progetti, avremmo anche di buon grado collaborato con altre associazioni per la riuscita di un evento comune a vantaggio di tutti gli appassionati partendo dalla sede storica dell'Autodelta: avendo dato la nostra disponibilità ma essedoci stata negata nero su bianco, dalle suddette associazioni, abbiamo proseguito sulla nostra strada - peraltro anche piu' consona alla nostra realtà di club, dove il moderno e l'epoca vanno a braccetto, non si ostacolano, si rispettano e convivono pacificamente. In effetti - a ragion veduta - le visite ai sepolcri mal si addicono alla nostra seppur giovane tradizione: per quanto li possiamo rispettare ed onorare nel ricordarli, non vogliamo esser come coloro i quali si rinchiudono in essi, per renderli casa propria ed inacessibile agli altri: lungi da noi questa filosofia elitaria e discriminatoria.



Abbiamo trovato il nostro naturale punto di aggregazione presso l'ampio piazzale della concessionaria Alfa Romeo, sufficiente per raccogliere quelli che presto sarebbero diventati ben 55 equipaggi di prim'ordine, equamente ripartiti in una buona proporzione di esemplari moderni/contemporanei ed in una di interesse storico/d'epoca provenienti da ogni dove ed ogni come.



Vediamoli un attimo assieme, partendo dalla massiccia e fondamentale presenza dei nostri Soci, vera ossatura e nervatura di ogni nostro raduno: possiamo veramente ringraziare i nostri Sociche partecipano in maniera attiva, viva e con l'argento addosso ad ogni nostra manifestazione dimostrando sul campo la vitalità stessa del nostro club e dando sempre prova di orgoglio della maglia che indossano.



Abbiamo avuto il piacere di poter annoverare fra i nostri partecipanti ben OTTO DELEGAZIONI di altrettanti club che abbiamo il piacere di ringraziare, e di cuore, per la loro presenza, per i loro km fatti, per la loro partecipazione e coinvolgimento. Alfa Romeo Club BellunoScuderia Bellunese,MiTo Jesolo Club per iniziare con nomi di club Amici: Alfisti HR dalla Croazia e Alfa Romeo Spirito Sportivo dall'Austria per continuare con quelli piu' lontani ma che sanno dimostrare il loro affetto, stima e affezione nonostante i km che ci dividono.



Per non dimenticarci affatto dei club affiliati RIAR Registro Alfetta dell'Avv. F. Tirone e del Registro Italiano Alfasud e Derivate di M. Pitzolu, le quali figure dei Presidenti sono ovviamente rimasti a cena fino alla (tarda) conclusione della serata stessa: un vero piacere collaborare ed interagire con questi due club affiliati RIAR, club Amici e coi quali condividiamo moltissimi spunti e temi di interesse a vantaggio della comunità di Appassionati. Persone splendide e raduni altrettanto interessanti che abbiamo avuto la possibilità di conoscere e di parteciparvi sotto l'egida dell'appartenenza alla stessa Associazione, il nostro amato Registro di Marca, il RIAR.

Presente anche la prestigiosa figura del commissario tecnico ASI, il sig. Livio Zohil, gentilmente accompagnata dalla sua simpaticissima moglie e dalla loro splendida SS, di livrea rossa - tra l'altro scelta dalla commissione per partecipare proprio all'ASI AUTOSHOW sulle Dolomiti, manifestazione conclusasi qualche giorno fa. Sicuramente una personalità gradita per la carica e l'importanza che ricopre ed ancora di piu' a livello personale per le continue dimostrazione di stima per il nostro operato di club.



Troneggiava sopra tutte le Alfa Romeo dei partepanti una Protagoniste illustre, una Signora che ha animato i sogni notturni di piu' di qualcuno di noi appassionati...stiamo parlando proprio della 8C Competizione, vero gioiello da esibire in occasioni di prestigio: e quale migliore occasione di questa, allora?



E difatti, in tutto il suo splendore e magnificenza, è apparla Lei, la 8C Competizione: sinceramente un tocco di esclusività che è stato molto, ma molto gradito ai partecipanti: d'altronde non è facile vederne una degli esemplari a tiratura limitata qui in Regione, partecipare ad un evento Alfa Romeo.Noi di Stile Alfa Romeo possiamo fregiarci del fatto che per ben due volte (anche nell'edizione dell'UDINE CIVIDALE : 50° GIULIA SOTTO LE STELLE dello scorso luglio, l'avemmo fra le nostre fila..) l'abbiamo avuta come gradite ospite fra le notre fila.



Presente, come descritto poc'anzi, direttamente dal Centro Documentazione di Arese, per rappresentare Alfa Romeo a livello ufficiale, il Dr. Marco Fazio : la sua simpatia, il suo dinamismo, il suo savoir fair, lo rendono un personaggio - oltre che di estrema competenza tecnica, storica e culturale - anche una figura estremamente carismatica e vicina al mondo di noi tutti Appassionati. Una presenza gradita piu' che mai e, vista l'importanza della celebrazione in atto, adattissima a celebrarla in maniera ineccepibile.



Abbiamo avuto il piacere di avere tra le nostre fila, durante la fase di accredito e di ritrovo anche il gentilissimo Signor Sindaco di Tavagnacco, a cui fa capo Feletto Umberto appunto: immediatamente, dopo aver rivolto complimenti - di cui ringraziamo e facciam tesoro - per la nostra iniziativa e per la maniera in cui ci siamo messi in contatto con questa Amministrazione, gli abbiamo presentato proprio il Dr. Fazio, per fargli percepire l'importanza sentita dall'Automobilismo Storiconell'inviare uno dei suoi uomini migliori per rappresentarlo in questa occasione irripetibile.



Presenti moltissimi Amici e Soci da lontano: FirenzeFerrara e Padova per citarne alcuni, ma anche da vicino Vienna, con una coppia di sfegatati appassionati Austriaci che non facevano capo a nessun club, ma che hanno semplicemente colto la possibilità di passare una serata targata Alfa Romeo, griffata Autodelta.







All'atto dell'accredito presente un punto ristoro dotato di pasticceria mignon, biscotti da the di pasticceria e varie tipologie di caffè a disposizione dei partecipanti e servite dai nostri Stefano eNicola: roba da Alfisti DOC!!!:-)



Attiguo all'angolo ristoro ed accoglienza, la nostra postazione che oltre ad occuparsi della classica forma di accredito, forniva ai partecipanti ogni tipo di informazione inerente l'evento e forniva loro un portanumero personalizzato da esporre, il pass da tenere ben in vista attorno al collo e l'importante e prezioso roadbook - debitamente infarcito di ogni informazione e recapiti telefonici utili ai fini della perfetta riuscita della manifestazione stessa anche in caso di difficoltà. Non il solito roadbook ottenuto copiando ed incollando un po' di "google maps" per capirci: un roadbook frutto di rilievi chilometrici ed analisi di percorso accuratamente svolte sul territorio dal nostro staff. ;-)



Ben presto il piazzale ha iniziato a seriamente riempirsi dei molti equipaggi che si erano precedentemente prenotati: abbiamo raggiunto la prevista soglia senza alcun problema. La partenza prevista per le 15.45 è stata ritardata per dar modo ad un importante equipaggio, proprio da Firenze, di arrivare e partire unendosi sin dall'inizio al corteo sfilata: d'altronde le belle donne si fanno sempre attendere al loro primo appuntamento e noi, Alfisti, le amiamo per questo, no?



Grande impatto visivo ed emozionale ma soprattutto entusiasmo nei partecipanti nel veder snodarsi, sotto i loro stessi occhi, una notevole quantità di Alfa Romeo, difficilmente visibile in altri raduni qui in Regione con gli stessi numeri, anzi: ultimamente si sta registrando in generale un pericoloso trend negativo. Siamo veramente rincuorati che ai nostri eventi invece, non solo possiamo confermare gli stessi numeri delle analoghe edizioni precedenti, ma addirittura registrare un trend positivo: una bellissima conferma del fatto che il lavoro fatto è gradito ai partecipanti, anche iscritti ad altri club, che scelgono la nostra filosofia di divertimento e passione.

CORTEO SFILATA & SOSTE

Nostra personale chicca, visto che era la festa dedicata all'Autodelta,  l'onore di aver avuto in testa al corteo, ben TRE GIULIETTA TURBODELTA: chi ben sa la storia di questo particolare modello, prodotto in serie limitata, sa anche è ben difficile radurnarne pur un esemplare solamente.
Possiamo dire di aver avuto dall'inizio del corteo, fino alla fine dello stesso evento - cena compresa,sempre le tre Giulietta Turbodelta presenti con i loro relativi equipaggi. Una vera soddisfazione di non poco conto e che ha impreziosito molto la manifestazione, suscitando l'interesse e l'ammirazione sia degli altri partecipanti che del pubblico presente alla partenza, alle due soste e dentro la manifestazione internazionale "Aria di Festa" a San Daniele del Friuli, all'interno del centro storico chiuso per l'occasione. Altra "coccola" riservata ai partecipanti dell'evento stesso,che non ha mancato di stupire in molti.



Le tre Giulietta Turbodelta sono state fatte collocare in testa al corteo, per dedicarlo simbolicamente in onore alla giornata che siamo andati a festeggiare: poi a seguire tutte le altre Storiche/d'Epoca e poi le contemporanee/moderne per creare un omogeneo serpentone di Alfa Romeo che ha necessitato di piu' di qualche minuto per completare la sua completa "messa in strada": 55 equipaggi e relative distanze di sicurezza di fanno sentire eccome e, come sempre, massima lode ai motociclisti della staffetta dall'Agnese per il loro professionale lavoro svolto su strada in totale sicurezza.



Come sempre questi ragazzi ci supportano in ogni nostro evento, con estrema professionalità e soprattutto infondendo un clima di sicurezza ai partecipanti durante la fase di attraversamento delle località che il nostro corteo va a toccare. Capeggiati dal nostro Aldo, i nostri raduni non sarebbero gli stessi senza la loro attiva partecipazione in termini di sicurezza e professionalità svolte nel pieno rispetto delle leggi vigenti. Altra nota importantissima: la presenza del carro attrezzi ai nostri eventi, un tocco di cura in piu' per garantire a tutti, anche a chi quel giorno avesse purtroppo un problema, di arrivare a destinazione e godersi il resto del programma. Piccoli dettagli, piccole attenzioni ma una maniera di dimostrare concretamente di avere a cuore i nostri partecipanti, le loro esigenze, i loro bisogni.



E giunge, con l'ultima iscrizione, il momento del delicato via: coadiuvati dal nostro staff tutti i partecipanti, oltre che al simbolico e fatidico "accender i motori" - e che musica signori sentirebialbero, boxer, twin spark e V6 a quante valvole volete, aspirati e turbo mettersi in moto: i volti dei partecipanti consci di partire in un "evento importante", l' allegria mista ad eccitazione per il saggiare nuovamente gli oltre 75 km che abbiamo riservato per loro: il piacere di partire un po' alla volta di una piccola avventura per le dolci colline del Medio Friuli che abbiamo accuratamente selezionato per loro, per metter a disposizione il vero piacere di guida nelle loro mani durante questo pomeriggio - fino a sera.



In un batter d'occhio ci ritroviamo negli splendidi scenari scelti come Colloredo e il suo stupendo castello  del 1302, che fa da sfondo - e che sfondo impressionante vedere il corteo svilupparsi su questo lunghissimo rettilineo fatto da dolci saliscendi, che solo pregustano la prima parte del viaggio.



L'attraversamento del piccolo centro, ci porterà lentamente in quel di Moruzzo attraverso una serie di curve misto veloci per "aumentare" i riflessi ma soprattutto far godere la vista dell'ottimo paesaggio collinare offerto: non è un caso che teniamo moltissimo ad integrare la bellezza del nostro territorio, della nostra amata regione sia a chi già la conosce, sia a chi la scopre per la prima volta. Creare un serio connubio fra il nostro club e le varie Istituzioni sul territorio è sempre stato il nostro credo e lo vogliamo dimostrare con una perfetta integrazione anche in questa fase: dolci colline, verdi prati e sfondi con nuvole azzurre sono la premessa al bello che dovrà ancora arrivare... ;-)



Il passaggio sotto il Castello di Arcano e il ritrovarsi immerso nei suoi territori? E' solo il secondo dei castelli che saremmo andati a toccare - come quello di Susans , nel comprensorio di Majano per citarne un altro o come quello di Fagagna che domina il paese stesso: attraversato dal nostro corteo, proprio dopo quest'ultimo c'è stata la prima delle due soste. Sorpresa non messa a roadbook, per il piacere dei nostri partecipanti: una sosta in piu', a base soprattutto di frutta e bevande rinfrescanti - temendo un pomeriggio che è stato si caldo - ma non afoso nel senso stretto del termine - è stata molto gradita ed accolta con estremo piacere da tutti i partecipanti.



Di questa bellissima iniziativa dobbiamo assolutamente ringraziare il GRUPPO NICLI - OFFICINA AUTORIZZATA ALFA ROMEO di Rive D'Arcano e l'amicizia che lo lega al nostro Aldo, che ha personalmente curato l'intercessione di questo splendido intervento, non destinato di sicuro a limitarsi a questa occasione. NICLI ci ha accolto con simpatica, amicizia e cordialità estrema fornendo non solo un rinfresco generoso ma anche assistenza tecnica a chi, fra i partecipanti, avesse bisogno: una pompa di benzina un po' troppo rumorosa e benzina che proprio non c'era piu' in un serbatoio..tutto provvidenzialmente risolto in maniera goliardica e con tanto humour...



..benzina, sacra linfa vitale dei nostri amati propulsori, taniche ed imbuti la fanno da padrona da un lato
sotto la responsabilità del nostro vicepresidente - un mastro direttore di gara prima della ripartenza dai "box" - nel mentre che a poche decine di metri si consumano in totale goliardico clima di ritrovo "furti" di pregiate bottiglie di vino griffate Alfa Romeo, risate, commenti e chi piu' ne ha piu' ne metta!! ;-)



..il tempo per queste occasioni è troppo poco, troppo raro e diventa tiranno e cosi', ci tocca ahinoi, nostro malgrado ripartire. Già perfettamente incolonnati questa volta, riaccendiamo le nostre fidate Alfa Romeo, schiacciamo il magico pedale dell'acceleratore - rilasciando quello della frizione - e via..la magia riprende nuovamente forma, il corteo si inebria di curve e paesaggi come non mai in direzione della 2a sosta - questa volta ampiamente segnalata precedentemente e messa a roadbook! Pronti...via..;-)



Il 2° tratto di percorso non è molto lungo ma sufficientemente altrettanto ricco di borghi storici, di scorci e di tratti di paesaggio che sicuramente hanno saputo regalare qualcosa che è rimasto nei cuori dei partecipanti fino a Villuzza: difficile con una giornata cosi assolata e gradevole non innamorarsene, poi a bordo delle proprie Alfa Romeo, maestre nel regalare piacere di guida.



Arriviamo in quel del "Vecjo Traghet"direttamente sulle rive del Fiume Tagliamento: una sosta diversa, una sosta rilassante, una sosta che ti mette direttamente a contatto con la natura e la splendida bellezza di uno dei nostri fiumi piu' importanti, nel cuore della nostra Regione. Un locale diverso dove trovare quella pace, interrotta soltanto dal dolce scorrere delle acque del fiume alle vostre spalle: solo che questa volta, alle spalle delle nostre Alfa Romeo, incastonate in questo splendido scenario.



Molti lampi di flash, di scatti ricordo, attimi di luce che hanno immortalato un bel patrimonio automobilistico qui rappresentato: scambi di sguardi di intesa e di compiacimento per come queste ore che stanno trascorrendo in un clima assolutamente condito - oltre che da specialità automobilistiche, anche da specialità enogastronomiche locali,  e siccome il prosciutto di San Daniele lo degusteremo questa sera, e alcuni anche domani, qua alla sosta possiamo variare con altre deliziose portate...



Equipaggi in piacevole clima di rilassamento e cosi deve essere: altra mezz'ora passata in tranquillità prima dell'ultimo tratto, il piu' stradalmente parlando, divertente ed impegnativo: ma intanto ancora un'occasione per osservare meglio - dopo averci già deliziato il palato, perchè non nuovamente la vista? - il parco delle Alfa partecipanti di oggi, disposte in un parco attiguo dall'erba di un colore verde che ne esalta ancora di piu' forme, colori e armoniose proporzioni...



Giudicare è impossibile: si soltanto ammira, si immortala con piu' di qualche scatto e si è soddisfatti di questo stupendo corteo qui raccolto, oggi, in questa importantissima giornata. A loro, nessuno escluso dei partecipanti, vanno tutti i nostri ringraziamenti: riuscire a ritrovarci in questa importante occasione è un risultato veramente straordinario. Tempo dedicato anche ad osservare particolari e dettagli delle nostre Amate Alfa...e ce n'e' appunto da osservare..



Le rigogliose e fresche sponde del Tagliamento, che fanno da spettacolare cornice a questa sosta sarebbero ancora liete di ospitarci, ma abbiamo l'ultimo tratto da percorrere: il piu' "pepato" ed il piu' "ricco" se cosi vogliamo definirlo e non possiamo mancare col galante incontro con la cittadina di San Daniele che ci aspetta: arrivare in ritardo ad un appuntamento con una signora, mal si sposa se si guida un'Alfa Romeo,no?



Partenza, quindi! L'attraversamento del ponte di Pinzano e della serie dei tornanti che, prima in discesa, poi in risalita ci porteranno verso Forgaria, a 270 m.s.l., mettono a divertente prova con rapidi cambi di direzione, scalate e accelerate le nostre Alfa Romeo: si scende - giu' - ad ammirare la placida maestosità del Tagliamento appena saggiata nella sosta - per risalire vorticosamente - su - ed inanellare una serie di tornanti che rendono euforici: anzi no, stampano proprio il classico sorriso sul volto - riconoscibile solo fra Alfisti, tipici di una sessione percorsa gustandosi la sinergia fra cambiate, suono del motore e sterzate di quelle giuste.



Da Forgaria è tempo di scendere appunto - e giu' verso il paese di Majano: come si 'è anticipato prima, si è toccato il castello di Susans, per poi appunto scendere nel cuore di  Majano stesso, in Piazza Roma sfilando lentamente proprio nel centro paese. Dopo questa simbolica occupazionealfista, una pacifica invasione sotto gli occhi compiaciuti dei passanti che hanno potuto ammirare un nutrito corteo di Alfa Romeo - a quell'ora molto numerosi - ci si è diretti verso la meta finale, San Daniele del Friuli : dove già la Polizia Municipale, impegnata nel gestire il difficile flusso del traffico dovuto ad "Aria di Festa", ci stava aspettando per poterci far parcheggiare in via Battisti, all'interno dell'impenetrabile perimetro del centro storico dedicato e riservato alla manifestazione che richiama centinaia di festanti da ogni dove, anche a valenza internazionale.



Si poteva scegliere un qualsiasi ristorante con facilità di accesso piu' comodo, con parcheggio proprio, magari in periferia e non addentrarci nel cuore della manifestazione con tutte le richieste di ordine burocratiche che cio' avrebbe ovviamente comportanti presso le debite istituzioni: no, abbiamo voluto curare ogni singolo dettaglio e poter far consumare ai nostri partecipanti l'attimo conviviale presso il prestigioso ristorante storico "Al Cantinon" , magistralmente gestito dalla gentilissimaAngela.



CENA DI GALA & CERIMONIALE

Al Cantinon è uno uno dei prestigiosi ristoranti inserito nella Lista dei Ristoranti Storici del Friuli Venezia Giulia, ed è stata la location scelta per l'ultimo - ma non affatto meno importante - atto di questa importantissimo pomeriggio/serata da condividere assieme: l'aspetto conviviale in una sala raffinatamente allestita con un tocco Alfista del nostro club e l'importantissima parte cerimoniale, consona all'importanza di questo evento.



Il menu', ovviamente esposto sui tavoli oltre che precedentemente reso noto, ha fatto da sfondo a quella che per tutta la serata è stato un continuo presentare, ricordare, commemorare e festeggiare la Regina di questi suoi primi 50 anni: l'Autodelta.



Quando si parla di Autodelta non possiamo soltanto ricordare i suoi fondatori e le loro creature: bisogna ricordare anche chi ha dato vita e anima alle automobili che hanno vinto tutto cio' che era possibile vincere, a coloro i quali di questa leggenda - ne sono stati come eroi - gli attori principali. Per noi, come abitanti di questa Regione, la scelta piu' naturale possibile e logica, ma anche condita da tanta passione era quella di rivolgerci al gentilissimo Andrea de Adamich, ex pilota di punta della squadra Autodelta stessa e attuale commentatore televisivo: persona estremamente competente, valida ed ancora oggi con uno stuolo di ammiratori a seguito per le imprese compiute - una su tutte - al Nurburgring...tra l'altro circuito dove Stile Alfa Romeo è di casa...ci siamo stati lo scorso giugno e ci ritorneremo ad agosto..;-)



Nelle settimane scorse abbiamo avuto una serie di contatti col sig. De Adamich, che non si sono potuti purtroppo concretizzare nell'averlo come nostro ospite all'evento di questa sera per un soffio, a causa dei suoi impegni come commentatore e cronista sportivo nell'intenso week end olandese. Ma la sua estrema gentilezza, la sua estrema cordialità e la sua disponibilità sono sfociate in un concreto gesto verso la nostra Passione - alimentandola come non mai...



..redigendo una lettera di suo personale pugno, intrisa di ricordi, emozioni, sentimenti nel raccontare e rimembrare tutta la sua esperienza agonistica passata a contatto con l'Autodelta: parole lette al microfono a tutta la sala, parole che hanno saputo toccare le corde della passione dei presenti e sono finite accompagnate da un scrosciante applauso. Grazie al sig. De Adamich, ancora una volta per questa bellissima sorpresa: sorpresa che noi abbiamo voluto stampare e consegnare sotto forma cartacea a tutti i capitani di equipaggio presenti all'evento, in maniera che questa gradita sorpresa sia tangibile come ricordo di questa serata.



Ma le emozioni non finiscono qui,in quanto abbiamo chiamato subito ad intervenire il Dr. Marco Fazio, del Centro Documentazione Alfa Romeo in prima persona in questa serata:  con parole, accorate frasi intrise di passione e di competenza si è parlato di Autodelta, ma non solo. La sua simpatia ed il suo carisma hanno illuminato la serata per piu' volte e non solo in questo intervento - dove ha avuto inizio la proiezioni di filmati esclusivi inerenti leggendarie imprese della squadra corse: dalla 1000 km del Nurburgring alla pista del Mugello solo per dirne alcuni..filmati che hanno fatto in gola a moltissimi nel vederli!



Una serata che ha preso il piede giusto, quello di saper proporre a chi già la conosceva - e anche a chi non la conosceva del tutto - l'Autodelta: tanti i giovanissimi presenti in sala che sono rimasti ammaliati nello scoprire quella che si puo' letteralmente considerare la "golden age" dell'Alfa Romeo intesa come realtà sportiva sui circuiti internazionali di tutto il mondo.Ed il tutto partendo dalle realtà industriale friulana di Udine, da quegli stabilimenti dove uscivano meraviglie per esser collaudate proprio anche su tratti di strada da noi accuratamente riproposti...

Filosofia e realtà descritte anche nel co-autore assieme a Gianni Chizzola del libro intitolato"Alfa Romeo - Croce e Delizia" , lo stesso del volume "Autodelta" presentato proprio a Feletto Umberto 5 anni or sono, presente in sala: il gentilissimo sig. Marcello Conti ha presenziato a questo evento. Un volume diverso dagli altri, dove il lettore puo' scoprire un' Alfa Romeo inedita sotto molti versi ed avere una visione dell'insieme da un'altra - sempre interessante - prospettiva. Un grazie quindi a questo co-autore.

Le sue parole al microfono, hanno fatto riflettere anche un altro aspetto e cioè di come non ci si sia attivati a livello locale con le opportune Istituzioni per creare una sorta di Museo della memoria di questa, prima, piccola realtà industriale friulana, diventata poi il centro mondiale dell'automobilismo sportivo per i risultati stupefacenti che era in grado di sfornare.
Una riflessione pesante ma che induce a pensare, a riflettere ed a come in altri stati vicini, come ad esempio in Austria, con il Museo di Gmund, la Porsche abbia trovato il suo primo museo privato in Europa.
Tante volte bisogna anche fermarsi un attimo - proprio per riflettere - che non basta onorare la memoria di cio' che fu nel partire da uno stabilimento, padre e teatro di vittorie, ma bisognerebbe sensibilizzare invece la collettività per una concreta forma di riconoscimento alla memoria stessa.



Spazio, ceduto volentieri e di cuore, per un'iniziativa benefica dedicata alla raccolta di fondi per un'associazione a favore dei bambini: con Francesco Ferro, ci si era già sentiti a fine maggio per dar ben volentieri la possibilità di presentare il libro ai soci di Stile Alfa Romeo a luglio, ma l'occasione della data del 29 giugno e la possibilità di presentare il frutto dei suoi sforzi letterari, davanti ad una platea piu' numerosa, è suonata come una migliore opportunità di cui abbiam ben voluto mettergli a disposizione.



Parole e testi letti dall'autore, che ha trasmesso a noi la sua passione: la stessa passione ed emozione che lui ha messo nel scriverle quelle poesie e componimenti che compongono il suo libro.Alfisti di.. Versi è il primo libro nel suo genere ed invitiamo - al di là del fine benefico dell'iniziativa - il suo acquisto in quanto presenta e denota una sensibilità verso le nostre amate Alfa Romeo al di fuori del comune, fatte in versi - appunto.

La parte cerimoniale ha avuto il suo inizio con la consegna, oltre che a tutti i capitani di equipaggio di un gadget artigianale prodotto in serie limitata per l'occasione - ed alle Lei presenti di un omaggio floreale - dovuto gesto di gentilezza: i raduni di Stile Alfa Romeo, come disse qualcuno, non sono ritrovi per solo Alfisti uomini, ma sono eventi dove anche le rispettive mogli, compagne, fidanzate e donne possono trovare la loro dimensione, il loro momento com'è giusto che sia la valorizzazione di una passione del lato rosa dell'Alfa Romeo.



Parte cerimoniale che ha visto la consegna di un dovuto ringraziamento, appositamente realizzato sotto forma di una serie di targa ricordo per le numerose delegazioni di club presenti, senza escluderne nessuna ad iniziare dall'Avv. F. Tirone, Presidente del Registro Alfettaclub affiliato RIAR. Il Presidente ha anche premiato davanti a tutti i partecipanti, il nostro socio, Andrea Dr. Prapotnich, per la sua scorsa partecipazione al raduno di Bergamo - magistralmente organizzato proprio dal Registro Alfetta - al quale noi di Stile eravano tra i presenti all'appello.



Un bellissimo gesto che ha ancora di piu', qualora ce ne fosse bisogno, conferma l'unità di intenti e condivisioni di ideali sui quali i nostri club basano i loro rapporti.  Parole di stima espresse dal Dr. Prapotnich all'Avv. Tirone ed all'operato del suo club, non fanno che piacere, specie se accompagnate dal fatto che noi di Stile ci saremo sicuramente alla seconda edizione dell'evento stesso in programma per il prossimo anno.



Quando si parla di volti amici e di club vicini nel vedere assieme le cose e procedere sulla stessa linea, non puo' mancare all'appello il simpaticissimo Presidente M. Pitzolu, del Registro Italiano Alfasud e Derivate: un club affiliato RIAR che ha avuto l'iniziativa di organizzare per primo il 30° Anniversario delle Alfa Romeo 33 a Cavallino di Jesolo, il 1° giugno scorso, riuscendo a fotografare, grazie ad una sinergia con le Istituzioni sul territorio, la foto ricordo di una selezione di A.R. 33 proprio sotto la statua del Cavallino nella piazza, come 30 anni prima.



Foto suggellata tra l'altro con la consegna di una targa al sig. Sindaco e con la presenza dell'Assessore al Turismo: una stupenda iniziativa alla quale, anche qui, noi di Stile Alfa Romeo c'eravamo e siamo stati felici di esserci. Un club amico col quale è un piacere collaborare assieme per iniziative presenti e lo sarà nel futuro.



Con piacere abbiamo consegnato un ricordo della serata anche alla delegazione dell'Alfa Romeo Club Belluno, nella figura del gentilissimo presidente Angelo: una figura di estrema sensibilità e gentilezza unica. Avremo il piacere di andar a trovare proprio nella prossima giornata del 28 luglio questo splendido club nei loro territori e rivedere Amici e pensare ancora piu' intensamente ad Amici di questo club ora un po' lontani, in terra americana: un saluto a Loredana e Riccardo, per loro esserci da New York questa sera era un po' dura, ma un saluto speciale va a loro da parte di tutti noi!



La Scuderia Bellunese, con la sua fantastica delegazione di ben 5 equipaggi, nella figura del loro Presidente Renato Iudica, ci ha veramente omaggiato della loro presenza al nostro evento: un grazie ancora da parte nostra per esser stati con noi, per aver condiviso la serata e grande atto di gentilezza da parte di questo club nell'omaggiare con un presente oltre che noi stessi di Stile anche la figura del Dr. Marco Fazio stesso.



Un riconoscimento per l'amico Mladen della Crozia e per il suo fantastico club, Alfisti HR, che ogni anno ci accoglie a braccia aperte sia nel centro a Fiume dove si fa l'esposizione tutta la mattina nel centro storico, sia nel pomeriggio nella sfrenata sessione della pista di Grobnik. Anche qui tanti km, tanta stima e un grande ringraziamento per questo club!



Un premio con piacere va dato a Riccardo ed alla Christine, per esser i rappresentanti del MiTo Jesolo Club in questa occasione: ma a loro anche un applauso da parte di tutti noi per il loro futuro che gli auguriamo radioso e pieno di felicità, oramai alle porte: ancora Auguri da parte di tutti noi di Stile Alfa Romeo e non solo, in questa serata di festa!

Un grande personaggio, un punto di riferimento nel panorama locale e non solo: parliamo del sig. Livio Zohil, commissario tecnico ASI. Per competenza, per esperienza e per ringraziarlo della sua presenza - una piacevole bellissima costante - ai nostri eventi non potevamo che non consegnare una targa che per l'ennesima volta rappresenta tutta la nostra stima e tutto il nostro affetto verso la sua persona.

Brigitte, di Alfa Romeo Spirito Sportivo da Lienz, Austria: una piacevole, gradevolissima costante dei nostri eventi. Una donna stupenda che con la sua fida Spider 916 porta i colori del Marchio e del suo Club qui in Regione da noi, e noi siamo lieti di averla sempre con noi. Ancora un affettuoso saluto a lei ed al suo entusiasmo: grazie Brigitte!Grazie per i km che fai per stare accanto a noi in quest'atmosfera intrisa di Alfa Romeo!



A questo punto abbiamo voluto procedere, consegnando la parola e l'onore del gesto proprio al Dr. Marco Fazio stesso, alla premiazione delle TRE GIULIETTA TURBODELTA presenti al nostro evento con dei trofei esclusivi, realizzati a parte rispetto a tutti gli altri, in onore, forza e virtu' del significato e del ricordo dell'evento che stiamo festeggiando.



Un gesto molto importante, ricco di significato: essere premiati e ricevere questo riconoscimento del nostro club dalle mani di chi questa sera rappresenta ufficialmente Automobilismo Storico Alfa Romeo, che ha patrocinato l'evento, ha un sapore ed una valenza nettamente diversa rispetto a qualsiasi altro raduno di piazza e di paese. E di cio', sia per i nostri tre premiati, che per l'importanza dell'evento, siamo felicissimi e non possiamo che per ancora una volta, ringraziare il Dr. Marco Faziosia con una targa, che gli dedichiamo a titolo personale, che con una appositamente fatta realizzare da noi per Automobilismo Storico in occasione del 50° Autodelta come anniversario.



Abbiamo avuto il piacere vero, leale e sincero di ringraziare Automobilismo Storico per il supporto che ci ha dato per la realizzazione di questo evento e per l'entusiasmo col quale ci ha accompagnati, fino alla fine della serata con anche uno stupendo SMS letto in diretta da Fazio, arrivato dal PresidenteStefano Agazzi. Grazie ancora!

RINGRAZIAMENTI E CONCLUSIONI

Anche questa serata, con il romantico rintocco della mezzanotte, si conclude: abbiamo avuto il piacere di realizzare questo evento, il secondo "sotto le stelle" come è nostra tradizione d'estate. Abbiamo realizzato questo evento con l'entusiasmo del nostro valente staff: dobbiamo fare dei dovuti ringraziamenti non da poco al nostro Roberto Cinello, neo consigliere del Direttivo, ideatore del percorso e personale censore del locale per la sosta nonchè quello della cena Redattore del roadbook (ricevendo anche pronto aiuto dall'altro nostro consigliere Eric Cecchini s'intende) e battistrada di questo evento.



Un sincero ringraziamento al nostro Aldo Fabbro per la coordinazione della squadra dei motociclisti, messa in sicurezza dell'intero anello del percorso e per la straordinaria 1a sosta a sorpresa: di cio' ringraziamo ANCORA il gruppo NICLI di RIVE D'ARCANO - via UDINE 22/a -  per la splendida accoglienza  riservataci.
Un ringraziamento a&nbs