Ferrari 1960 250 GT SWB Berlinetta 'Competizione' in asta

A guidare l'asta RM in Arizona sarĂ  una Ferrari 1960 250 GT SWB Berlinetta.

a_1960_ferrari_250_gt_swb_berlinetta_competizione_to_lead_the_rm_auctions_arizona_sale_drqya

Irresistibile a qualsiasi serio collezionista Ferrari; promette un'emozionante svolgimento e molti consensi questa futura esposizione, la 17sima delle 72 esemplari con la carrozzeria in alluminio specifiche per la Competizione SWB, conosciuta come una delle berlinette più pregiati del Marchio, viene ora offerta da RM Auctions nell'asta in Arizona .Nel 1960 la  Ferrari 250 GT SWB Berlinetta da 'Competizione' dalla Carrozzeria Scaglietti 'in vendita si trova a soli quattro proprietari da nuova, ed è stata esposta a Pebble Beach, la quaglia, e a Villa d'Este. Descritta per essere pronta per una gara, 'telaio # 1905GT' questo esemplare particolare che vanta una provenienza incredibile e originalità ha vinto diversi premi Platinum FCA, ed è un esempio riconosciuto di rara lega di corpo SWB. Nota anche per essere una delle auto d'epoca più costose del mondo , la Ferrari 250 GT SWB è considerata come una vettura gran turismo per le corse su strada veramente importanti. Inoltre, il banditore d'asta RM "per artisti del calibro di collezionisti astuti, offrirà anche importanti selezione di automobili, raccolte a mano da tutto il mondo come la Cadillac 1935 Series 40 convertible che ha caratterizzato il film 'The Artist', la Ferrari 365 GT 2 del 1968 l+ 2 Coupe del 1963 la Jaguar E-Type Series I 3,8 Fixed Head Coupé, solo per citarne alcune.

 

Come ogni macchina Competizione, è dotata di carrozzeria in lega e una messa a punto Colombo V-12, ed in particolare ha goduto di periodi di attenzione da parte di alcuni degli storici e degli artigiani più autorevoli della nicchia Ferrari.

Tuttavia, il prezzo di stima di questo esemplare non è ancora stato divulgato dal banditore.

 

Conosciuto per essere il più grande e lussuoso modello a 4 ruote di Ferrari fino ad oggi, questa macchina progettata e costruita da Pininfarina è stata in particolare la prima 2 +2 dell'azienda modenese con sospensioni autolivellanti posteriori indipendenti. Inoltre è dotata della corrispondenza dei numeri di serie con aria condizionata di fabbrica e le sue originali ruote a raggi cromati Borrani.

Splendidamente restaurata con sottili modifiche di affidabilità moderna, questa vettura è a 99.9-point Best in Class vincitore al San Diego 2004 Concours JCNA.

 

Con un unico titolare per 30 anni, questo esemplare di Ferrari Classiche ha i certificati coordinati con i numeri-motore ed è uno degli esempi splendidamente restaurati di Ferrari premier gran turismo della fine degli anni '60. E 'uno dei soli 168 esemplari mai costruiti.

 

G.G.